In sala d’attesa per una visita medica

Pubblicato in Vivere in Salute

borsette_ft__37204664_426x282Capita di andare dal medico, o a fare una visita specializzata, dovendo portare anche i referti di altri accertamenti fatti in precedenza, e di dover aspettare per entrare. Ecco allora alcune piccole indicazioni per vivere al meglio quel tempo di attesa e farlo diventare una “palestra” di vita.

Avete mai osservato le borsette di nylon o di carta che girano nelle sale d’attesa? Per lo più sono borsette dei poliambulatori, dove si fanno raggi, tac o altri esami… Io le guardo e mi sembrano così tristi…
Negli ultimi anni ho dovuto sottopormi a parecchi controlli medici, perciò ho cercato di vivere bene e senza tanta agitazione anche quel tempo di attesa che precede l’esame. Per aiutarmi un pochino ho adottato alcune accortezze,  una ad esempio è stata quella di mettere tutti i referti medici in cartelline e borsette colorate e allegre. Penso, che se l’occhio cade su una borsetta di un poliambulatorio, la mente continua a soffermarsi sulla malattia mentre, se cade su un altro disegno, forse la mia mente o la mente di chi come me la guarda, può volare altrove… Certo è poco ma talvolta bastano piccoli accorgimenti per “proteggerci” e proteggere gli altri. Io non voglio dispensare negatività!!!

Vi devo poi fare un’altra raccomandazione, evitate d’intortarvi a parlare della vostra malattia o dei vostri acciacchi, con le persone che siedono accanto a voi.  In questo modo fare del bene a voi stessi, ai vostri vicini e anche quelle persone che nel silenzio della stanza vi stanno ascoltando.

Proprio poco tempo fa, sempre a un mio solito controllo, mi sono trovata invischiata in un inizio conversazione della mia vicina di sedia con un’altra signora che facevano a gara per chi avesse la “sfortuna” maggiore. Dopo alcune mie parole iniziali mi sono accorta che stavo cadendo nella trappola del vittimismo perciò mi sono subito fermata; avevo capito che stavo entrando in una situazione che mi avrebbe agitato ancora di più. Ho rifiutato di continuare la conversazione e ho iniziato a leggere un libro, che avevo sempre nella borsetta famosa : ) (girare con un libro, torna sempre utile) e ho cercato d’estraniarmi da quelle voci di sottofondo.

Riassumendo: quando aspettate dal medico v’invito a starvene in silenzio, eviterete di indebolirvi e di indebolire gli altri.  Al bando poi le “tristi borsette” : )

Questi piccoli suggerimenti e accortezze vogliono essere degli esempi per invitarvi ad acquisire sempre più una maggior consapevolezza nell’avere il controllo dei vostri pensieri e azioni.

Con il tempo diventerete così bravi nel vivere in modo consapevole che sarete voi stessi a capire come una situazione possa essere vissuta in maniera diversa e a voi più favorevole.
Imparerete così  a proteggervi dalla negatività e a migliorare la positività nella vostra vita e nella vita degli altri.
Divertitevi nel provare!

Buon cammino!

Antonella Bordin
– Siate Felici

 

 

News

- Vivere con Felicità: Meglio aspettarsi il meglio


- Vivere in Salute: Sani e in forma


- Vivere nello Spirito: Non sperare, credi

 

- Vivere con Felicità: Essere felice anche se...