Conciliazione tra scienza e spiritualità?

Pubblicato in Vivere nello Spitrito

max_planckalbert_einstein_500x307Scienza e spiritualità, due mondi così diversi e forse ora tanto vicini… ma ripercorriamo brevemente l’evoluzione della scienza fino ai giorni nostri per vedere come è andata…
Buon viaggio nel tempo : )

L’Universo, fino ai primi anni del XX° secolo, è visto come una macchina, dove tutto è regolato e spiegato con le regole di Cartesio (1596 - 1650) e di Newton (1643 -1727).
In questo spazio tridimensionale si verificano degli eventi e questi accadono nel tempo. Tutto si muove secondo regole e forze, la materia è solida.
La scienza e la matematica del periodo servivano per descrivere questo mondo di oggetti inanimati; e la fisica classica forniva spiegazioni riguardo ai fenomeni di larga scala come i movimenti dei pianeti e le galassie.
Isacc Newton però, può essere considerato il padre della scienza moderna, perché aveva individuato e riconosciuto che esisteva una forma invisibile, che lui chiamava etere, che permea tutto l’universo.
Gli anni a seguire sono tuttavia anni di puro materialismo, arrivato al successo specie con i seguaci di Darwin (1809 – 1892). Dio non esisteva più, il mondo era nient’altro che materia inerte, operante secondo leggi prevedibili e meccaniche.
In un sistema meccanico è reale solo ciò che è misurabile, ed è misurabile solo ciò che percepiamo con i nostri cinque sensi. Ogni sentimento o sensazione viene eliminato, regna solo la razionalità e nell’attuale paradigma meccanico sono quindi privi di valore i sentimenti, le passioni, l’intuizione, l’immaginazione. Tutto è soggetto a delle regole e tutto è prevedibile.

Ma nei primi anni del 1900 avviene un grande cambiamento nel mondo della fisica, alcuni scienziati tra cui Max Planck (1858 - 1947), Albert Einstein(1879 – 1955) assieme ad altri studiosi scoprirono che ciò che è solido in realtà non lo è, e raccontarono al mondo che se si indaga sulla materia essa scompare e si dissolve in energia.
Con l’avvento della tecnologia e di conseguenza la disposizione di nuovi strumenti si è potuto osservare maggiormente l’ultra piccolo e ci si è accorti che in quest’ambito le regole della fisica classica e tradizionale non si potevano applicare, di conseguenza si è sviluppata un nuovo tipo di fisica denominata Fisica Quantistica.
La fisica quantistica spiega che“l’universo fisico è essenzialmente non fisico, e può sorgere da un campo che è ancora più sottile dell’energia stessa, un campo più simile all’informazione, all’intelligenza o alla conoscenza che alla materia” (W. Arntz, B. Chasse, M. Vincente – What the Blepp do we know!?).

E’ quindi dimostrato che noi alla fine siamo pura energia così come qualsiasi altra cosa. Il nostro corpo è un’onda di energia compatta, che vibra a una certa frequenza, e tutte le cose materiali sono onde di energia con vibrazioni diverse.
L’intero Universo è solo energia e noi siamo stati creati da un’intelligenza che sostiene la continua evoluzione di quest’Universo!

Si può allora arrivare a conciliare la scienza con la spiritualità?...

Anto – Siate Felici

 

News

- Vivere con Felicità: Meglio aspettarsi il meglio


- Vivere in Salute: Sani e in forma


- Vivere nello Spirito: Non sperare, credi

 

- Vivere con Felicità: Essere felice anche se...